L'ultime ricette

07/07/14

Sigari di pane e mozzarella in padella

Bentrovati amici lettori! Dopo un mese di ferie, da oggi inizio con la sessione estiva di ricette che l’anno scorso non sono riuscita pubblicare. Si parte con una idea trovata in rete “ Sigari di pane e mozzarella in padella”.

Questi "sigari" assai appetitosi, rapidi, economici e simpatici si adattano benissimo come finger food nel caso di un buffet, una cena fra amici o un aperitivo casalingo. Per prepararli occorrono: un qualsiasi tipo di pane cassetta integrale (nel mio caso ai 5 cereali), mozzarella o fior di latte di 250 g, olio evo q.b. e un spicchio d’aglio. Ecco la foto collage della loro preparazione:

1.Tagliare i lati delle fette di pane e appiattire ogni fetta passandoci sopra con un mattarello.
2. Tagliare e sminuzzare la mozzarella o fior di latte.
3. Su ogni fetta mettete un cucchiaio di formaggio e arrotolare.
4. In padella con pochissimo olio far colorare un spicchio d’aglio (giusto il tempo necessario per aromatizzarlo).
5. All' inizio, appoggiare i sigari con la parte della chiusura finché non diventano dorati, poi girarli da ll'altro lato.
6. Servirli caldi insieme con pomodorini datterini magari speziati con origano e un filo d'olio a crudo e buon appetito!
A prestissimo, ciao!
Nota: Calcolare due fette di pancarre a persona.

14/06/14

“Torta brownie” alle banane, cioccolato e noci

In estate le banane maturano sempre in fretta e spesso capita di trovarle nel cestino della frutta con la buccia annerita. In questi casi, le banane mature si possono utilizzare per preparare dei dolci tipo muffin (qui e qui) o per la buonissima "Torta brownie" alle banane, cioccolato e noci, tagliata in piccoli quadrettini.

Il brownie, noto anche come chocolate brownie o Boston brownie è una torta al cioccolato, dessert della cucina degli Stati Uniti, chiamato così per via del suo colore scuro (brown, marrone). I principali ingredienti sono farina, zucchero, cioccolato (generalmente fondente, o in abbinamento al cioccolato al latte e al cioccolato bianco), burro, uova e facoltativamente nocciole, noci etc. Nella ricetta originale non è previsto il lievito. Sono ottimi per colazione quando vengono serviti con del latte o del gelato e talvolta con della panna montata, specialmente nei ristoranti. Sono popolari anche come spuntino o come merenda, specialmente accompagnati da un caffè (fonte: Wikipedia).
Esistono comunque molte ricette differenti per i brownies più o meno calorici. Questa ricetta trovata in rete non è tanto calorica ed è abbastanza salutistica perché al posto del burro si usa margarina di buona qualità ed una manciata di noci (aggiunta personale).

“Torta brownie” alle banane, cioccolato e noci

Ingredienti:
  • farina 00, 150 g
  • margarina, 125 g
  • zucchero di canna,  100 g
  • cioccolato fondente, 150 g
  • uova, 3
  • banane molto mature, 2
  • cacao in polvere, 2 cucchiai 
  • lievito vanigliato, 1 cucchiaino, 
  • noci, una manciata

Procedimento:


1-2-3. Spezzettate il cioccolato e mettetelo in un pentolino col fondo pesante con la margarina.
Fate sciogliere a bagnomaria mescolando continuamente. Una volta sciolto, togliete dal fuoco, aggiungete lo zucchero e mescolate. Lasciate raffreddare 10-15 minuti.
Intanto, accendete il forno a 180° e rivestite uno stampo quadrato (20 x 20 cm) con due fogli di carta forno incrociati.
4-5-6-7-8-9. Mescolate farina, lievito e cacao e setacciateli. Sbattete leggermente le uova. Schiacciate le banane con una forchetta fino a ridurle in purea.
Versate il cioccolato sciolto e lo zucchero in una ciotola capiente. Unite le uova, le banane, noci ridotte in pezzettini e amalgamate.
10-11-12-13-14. Incorporate la farina poca alla volta mescolando con cura.
Versate nello stampo rivestito da carta forno e infornate per 35 minuti circa; il dolce non deve asciugare troppo e alla prova stecchino dovrà rimanere solo un po’ di impasto umido attaccato (ma attenzione: umido, non liquido!).
15. Sfornate, attendete mezz’ora circa, poi togliete dallo stampo sollevando la carta forno e deponete con delicatezza sulla gratella. Quando il dolce si è raffreddato del tutto, tagliate a quadretti e servite.
p.s. Anche in vacanza non volevo essere troppo lontana dal mio blog e dopo 14 giorni, eccomi con una vecchia ricetta che avevo in serbo per le occasioni del genere. Cari amici lettori, vi mando un caro e affettuoso saluto dalla mia Macedonia, ciao, alla prossima!

01/06/14

Cheesecake alle fragole light marmorizzato ma anche mini

La torta di formaggio alle fragole è una dolce squisitezza che preparo nel periodo di fine maggio inizio giugno, quando le fragole sono profumate, dolcissime e succose. Adoro le fragole, sono frutti meravigliosi, oltre la bontà hanno un sacco di proprietà benefiche: attivano il metabolismo, proteggono i denti, contrastano cellulite, ipertensione, invecchiamento... insomma, come non adorarle!


Cheesecake alla frutta, in questo caso alle fragole, di per se è una torta buonissima  ma di certo non tanto leggera per la presenza del formaggio spalmabile come ingrediente principale. Per renderla tale, ricorro a un trucco, metà del formaggio lo sostituisco con ricotta e yogurt. Alle volte per renderla ancora più leggera ometto completamente il formaggio, usando solo ricotta e yogurt. Spesso uso questo trucco nella preparazione delle creme o mousse al formaggio, come quiqui e qui. Secondo me, il cheesecake preparato così non perde nulla della bontà, ma guadagna in leggerezza.
Ecco le dosi per preparare una ottima Cheesecake alle fragole light, in dimensione standard e mini.
Ingredienti:
(Per teglia d = 25 cm)
Fragole - 250 g; biscotti d'avena o digestivi - 200 g; burro - 40 g; formaggio cremoso (spalmabile) - 125 g; ricotta - 250 g; yogurt al naturale - 270 g; zucchero a velo - 60 g; zucchero di canna - 40 g; gelatina in fogli - 14 g; semini di metà baccello di vaniglia - cannella - q.b. - noce moscata - q.b.
Preparazione: 

1. Frullare i biscotti con il burro morbido e formare un strato spesso circa 1 cm all' interno della teglia, pressando bene. Mettere 8 g di gelatina in ammollo.
2. Mescolare il formaggio con la ricotta setacciata, lo yogurt (tenerne da parte un po'), lo zucchero a velo e i semini raschiati da mezzo baccello di vaniglia.
4-5-6. Scaldare lo yogurt tenuto da parte, poi toglierlo dal fuoco e sciogliere dentro la gelatina strizzata. Unire la gelatina sciolta alla crema di formaggio e yogurt. Versare la crema nella teglia, livellando la superficie con un cucchiaio. Posizionare la teglia nel frigo per circa un quarto d'ora.
7. Mettere in ammollo la gelatina restante.
3.Frullare le fragole insieme con lo zucchero di canna, cannella e noce moscata.
8. Scaldate 1/4 di questa salsa sciogliendovi la gelatina strizzata. Unire al resto della salsa mescolando con cura.
9. Versare questa salsa nella teglia sopra la crema di formaggio e con un cucchiaio raschiare leggermente la superficie destra o sinistra con il movimento circolare.
10. Lasciare raffreddare in frigorifero almeno per 2 ore.
Nota:
Le foto presentano 2 preparazioni di Cheesecake alle fragole light, una volta marmorizzato e l'altra no, dal quale con dei tagliapasta di metallo ho ricavato i mini cheesecake.
Cari amici lettori, vi saluto augurandovi una buona estate piena di sole e divertimento. Un abbraccio grande a tutti!!!
p.s. Nelle prossime 3 settimane sarò assente causa vacanze estive che trascorrerò in R Macedonia.

26/05/14

Parmigiana di zucchine grigliate e feta

Parmigiana di zucchine grigliate è una pietanza leggera, senza la presenza di troppi grassi, veloce, sana, equilibrata, vegetariana, ideale per le giornate calde della bella stagione. Si prepara la sera per essere mangiata a pranzo il giorno o la sera dopo, … direi che è perfetto piatto unico se non si ha tempo, ne voglia, è caldo e non si sa che cucinare!
È un’alternativa interessante alla parmigiana classica con le melanzane, che si può preparare seguendo la creatività del momento. Racchiude la bontà della zucchina, verdura ricca di acqua quindi diuretica e antinfiammatoria, oltre al suo carico naturale di potassio. Il basso contenuto calorico la rendere ottima per chi segue una dieta e vuole trasgredire di poco.

Ingredienti x 2 persone:
  • 4 zucchine piccole o 3 medie 
  • 50 g di formaggio tipo feta, (schiacciato con forchetta)
  • 10 g formaggio parmigiano reggiano, grattugiato
  • passata di pomodoro, (io l'ho preparato con pomodori freschi e succosi)
  • 2-3 cucchiai di olio extraverige di oliva, 
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 pezzettino di peperoncino fresco
  • basilico fresco, a volonta'
  • parmigiano grattato
  • sale, q.b.
Preparazione:

1. Mondare le zucchine delle due estremità, tagliarle a fette sottili e cuocere sulla piastra o anche in padella con poco olio, tuttavia meglio se sono grigliate su una teglia ben scaldata, facendo attenzione a non bruciarle.
2. Preparare il sugo di pomodoro veloce, facendo soffriggere in un paio di cucchiai d'olio l’aglio e il peperoncino, quindi una volta soffritti, toglierli e aggiungere la passata di pomodoro.
Lasciar cuocere per massimo 10-12 minuti aggiungendo, ad un paio di minuti dalla fine, il sale e poi il basilico a piacere. Accendere il forno a 200°.
3. Sporcare il fondo di una piccola pirolfila con poco sugo e alternare zucchine, feta sbricciolata e sugo fino alla fine degli ingredienti, finendo con uno strato di parmigiano grattugiato.
4. Infornare a 180° per massimo 20 –25 minuti. Servire calda o tiepida.
Se la parmigiana di zucchine è preparata per il giorno dopo, conservarla in frigo e scaldarla in forno  prima di essere servita, aggiungendo un paio di cucchiai d'acqua.
Nota: La parmigiana di zucchine avanzata, va messa in frigorifero, regge bene per un paio di giorni. Prima di consumare, basta scaldarla in forno aggiungendo poca acqua e poca passata di pomodoro.

Cari amici lettori, sono davvero molto impegnata con poco tempo libero a disposizione perciò scusate per l'assenza. Un bacio a tutti, ciao!

12/05/14

Spaghetti alle carote e zucchine con sesamo e papavero

Anche oggi un'altra ricetta già pubblicata qui, ma questa volta con le foto collage della preparazione e presentazione del piatto: Spaghetti alle carote e zucchine con sesamo e papavero.

Un primo piatto vegan, semplicissimo, leggero, salutare e rapidissimo da preparare.  E' ottimo per tutti quelli che come me vanno sempre di fretta, vi assicuro amici, è da provare!!! 
Ingredienti x 1 persona 
  • 70/80 g di spaghetti (100 g per uomo)
  • 1 zucchina
  • 1 carota 
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 cucchiaio d'olio extravergine d'oliva
  • maggiorana o menta
  • sale, pepe
  • semi di sesamo 
  • semi di papavero
Preparazione:

- Far cuocere la pasta.

In un'altra padella senza olio, far tostare leggermente i semi di sesamo e papavero.
- Mentre la pasta cuoce, lavare le zucchine e le carote. Raschiare queste ultime, tagliare le estremità delle zucchine. Tagliare le verdure in lunghezza per poi ridurle in piccoli dadini separatamente. 
- Mettere l'olio in una padella capiente e far rosolare lo spicchio d'aglio (dopodiché viene tolto) o tagliarlo molto finemente come me. Unire innanzitutto i dadini di carote, la cui cottura richiede più tempo.
- Far saltare le carote nell'olio per qualche minuto, poi aggiungere un po' d'acqua, coprire il recipiente lasciandolo sul fuoco finché le carote diventano più morbide.
- Quando l'acqua è evaporata aggiungere anche i dadini delle zucchine, salare leggermente, macinare al momento il pepe, unire la maggiorana o la menta e mescolare. Far saltare o mescolare spesso per pochi minuti.
Scolare gli spaghetti al dente e unire alle verdure ancora sul fuoco. 
- Servire nel piatto cospargendo con i semi di sesamo e papavero leggermente tostate. 
Note:
1. Il Sesamo - è una pianta originaria delle Indie Orientali (isole della Sonda). Nell'antichità veniva coltivata in Egitto e in altre zone a clima caldo dell'Asia. Nel mondo viene coltivata in India, Cina e Birmania; In Europa soltanto in Grecia (negli anni 1960-70 anche in Italia - Sicilia e Calabria - su una superficie di quasi 2.000 ettari).
Il sesamo è caratterizzato da un elevato contenuto di proteine (18,7%), grassi (53,5%) e carboidrati (15,6%), elementi che conferiscono a questo seme un potere calorico di tutto rispetto (565 kcal). Anche la dotazione di sali minerali risulta superiore alla media degli altri semi oleosi, grazie al contenuto record di calcio (815 mg), fosforo (477 mg), magnesio (815 mg) e ferro (20,1 mg). Assai interessante appare anche la dotazione di vitamina B1 (0,92 mg), B2 (0,47 mg) e PP (6,9 mg)
Nel sesamo sono presenti tre antiossidanti naturali: sesamina, sesamolina e sesamolo. 
È stato dimostrato che sesamina e sesamolina hanno un ruolo attivo nel controllo dei livelli di colesterolo nel sangue prevenendo le patologie cardiovascolari. Infine la sesamina tutela il fegato dai danni derivanti da ossidazione.
Unico inconveniente di questo prezioso seme oleoso è rappresentato dalla presenza di sesamolo, una sostanza potenzialmente cancerogena che si forma durante il processo di tostatura eccessiva. Per ridurre al minimo la sua presenza è però sufficiente effettuate una tostatura assai leggera, in modo da evitare la formazione di sostanze tossiche. 
2. Il Papavero - i semi di papavero sono abbastanza calorici poiché contengono un'alta percentuale di carboidrati e di grassi e una bassa percentuale d'acqua. Grazie alla presenza delle vitamine B, in particolar modo di tocoferolo, hanno ottime proprietà antiossidanti. I semi di papavero sono anche ricchi di sali minerali come calcio, potassio, ferro e magnesio.
Per vedere altre mie ricette con sesamo e papavero, basta scrivere loro nome in "Cerca nel blog"
Alla prossima amici, ciao!