L'ultime ricette

30/11/11

Crema di castagne: liscia e al cioccolato

Oggi vi propongo la ricetta di un dolce al cucchiaio che è una vera prelibatezza autunnale! Se vi piacciono le castagne allora questa crema fa proprio per voi!

Io adoro le castagne ma a mio marito non piacciono per niente! Allora come fare ad accontentare i gusti di entrambi? Semplicemente, coprendo il gusto di castagna della crema con quello del cioccolato fondente! Ho preparato due coppe con la crema di castagne, una con la crema solo di castagne e l'altra con crema di castagne al gusto di cioccolato fondente.
Per realizzare la ricetta ho impiegato solamente mezz'ora per il fatto che ho usato le castagne sottovuoto già cotte e pelate.  Devo dire che queste Castagne Cotte e Pelate dell'azienda Life si prestano bene anche nelle preparazioni dei dolci. 
Ingredienti della crema di castagne per 2 coppe:

  • Castagne sottovuoto - Life, 150 g
  • Latte, 250 ml
  • Zucchero a velo, 2 cucchiai scarsi
Procedimento: 
- In un pentolino versare il latte, le castagne spezzettate portandolo ad ebollizione.
- Cuocere a fuoco medio-alto rimestando di tanto in tanto fino al completo assorbimento del latte.
- Si dovrebbe  ottenere un composto denso (ma non troppo), cioè come poltiglia.
- Prendere un mixer ad immersione e nella ciotola a dotazione versare il contenuto con le castagne, aggiungere anche lo zucchero a velo.
- Frullare fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Versare la metà della crema nella coppa ... et voilà,  la crema di castagne è già pronta da gustare tiepida o fredda!
Click to enlarge
Click to enlaerge
- Per ottenere la crema al gusto di cioccolato fondente si deve solo far sciogliere il cioccolato (20-30 g)  con il latte (1 cucchiaio) a bagnomaria o nel micro onde.
- Una volta sciolto, mischiare con l'altra metà della crema ed è pronta anche la coppa con la crema di castagne al gusto di cioccolata fondente.
Click to enlarge
Decorare le coppe (se si desidera) con gli zuccherini colorati, gocce di cioccolato e scaglie di mandorle!

Questa crema si presta bene anche come il ripieno per le torte, crespelle, fagottini ect.
Ecco, per oggi è tutto ... una abbraccio a tutti e alla prossima!!!

28/11/11

Fusi di pollo con arancia e mandorle all'italiana


Salve a tutti! Ultimamente spesso sono assente dal blog ... mi sono rimaste un po di ricette in sospeso, perciò cerco di mettermi in pari. Oggi presento la ricetta dei Fusi di pollo con gusto agrodolce, cotti in forno insieme con le mandorle.  Perche all’italiana nel titolo?! Semplicemente,  nella preparazione del piatto,   invece della salsa di soia ho aggiunto aceto balsamico di Modena. 
Click to enlarge
Questo piatto, come si vede dalla foto, oltre ad avere un bell’ aspetto è anche “gustosamente light, cioè è saporito ma con poche calorie.  E’ di facile esecuzione, di gusto delicato e si puo’ considerare un piatto di stagione visto che d’ inverno le arance sono tra le protagoniste principali. 
Le mie ricette quasi sempre seguono i principi della dieta mediterranea, cioè preparare e mangiare  piatti unici ispirati alla tradizione culinaria dei popoli mediterranei. Anche questo piatto diventa piatto unico se viene accompagnato con l’insalata fresca, pane ( o riso pilaf) e un bicchiere di buon vino.  

Ingredienti x2:
  • Cosce di pollo, 3
  • Succo di due arance
  • Mandorle  Life, due manciate ( circa 70 g)
  • Miele millefiori, 2 cucchiaini
  • Aceto balsamico, 1 cucchiaino
  • Zenzero in polvere, 1 cucchiaino
  • Sale Tec-Al, q.b.
  • Pepe bianco Tec -Al, q.b.
  • Olio extra vergine di oliva, 2-3 cucchiai

Procedimento: 
1. Togliere la pelle delle cosce, aiutandosi con la carta da cucina o un canovaccio di tessuto.
2. In una ciotola versare il succo di un’arancia e mezzo, il miele, l’aceto, lo zenzero, sale, pepe e sbattere con la frusta.
3. Far sistemare le cosce in una teglia oliata, bagnarle con la salsa  e portarle in forno preriscaldato a 180-200°C per 20-25 minuti girandole ogni decina di minuti.
4. In padella con poco olio saltare le mandorle tagliate in lungo a metà, fino che non assumono il colore ambrato. 
5. Passati i 25-30 minuti estrarre la teglia dal forno, coprire le cosce con i pezzi dell’ altra metà dell’arancia, le mandorle ambrate e portare ancora in forno per altri 10-15 minuti. 
6. Comporre i piatti versandoci sopra la salsina et voilà, le cosce glassate con l’arancia e le mandorle sono pronte! Buon appetito! 

Un abbraccio a tutti, a presto!

23/11/11

Risotto allo zafferano, porri e piselli

Salve foodies! Dopo un po' di giorni di assenza per i soliti malanni stagionali, eccomi oggi con una ricetta di un buon "risottin"! Quanto mi piace un piatto fumante di risotto ... infatti, lo preparo spesso di inverno come piatto unico per il pranzo o per la cena.
Prima di scrivere il titolo del post ho fatto una ricerca in rete e ho visto che anche la Parodi ha fatto un risotto simile! Allora, vuol dire che è veramente buono ... 
Questo mio risotto ispirato alla dieta mediterranea, si puo' considerare un piatto unico ed equilibrato, perché contiene carboidrati complessi (riso integrale), verdure (porro), legumi (piselli), antiossidanti (lo zafferano), minerali (calcio dal formaggio parmigiano) e grassi buoni dell'olio evo. Ve lo raccomando, è veramente molto gustoso!!! 
Ingredienti per 2 (adulti):

  • riso integrale / 120 g
  • porro / 1
  • burro / una noce
  • olio extra vergine di oliva / 2 cucchiai
  • piselli finissimi surgelati / 100 g 
  • zafferano in polvere /1 bustina 
  • parmigiano / 20-30 g
  • brodo vegetale di dado / 1,3 l
  • sale Tec - Al
Procedimento:
1. Mondare bene il porro, tagliare a rondelle.
2. In una padella con olio far sciogliere il burro e unire le rondelle di porro.
3. Quando il porro è un po' appassito unire il riso integrale, mischiare bene e subito aggiungere il brodo bollente. Lasciare cuocere per ventina di minuti, aggiungendo sempre un po' del brodo caldo.
 4. Unire anche i piselli surgelati, continuare a cuocere ancora un quarto d'ora.
5. Unire anche lo zafferano sciolto nel brodo vegetale, provare se abbastanza salato (aggiungere il sale se occorre) e continuare la cottura ancora per decina di minuti.
6. Il risotto è pronto quando con il cucchiaio di legno lascia la traccia sul fondo della padella. 
7. Lasciare il risotto ancora per 2-3 minuti che assorba un po' la sua umidità e unire il parmigiano. Servire caldo decorando con il prezzemolo e buon appetito! 
Per oggi è tutto cari ... ora vengo da voi a vedere cosa mi sono persa delle vostre prelibatezze! Alla prossima, un abbraccio! 

18/11/11

Torta amaretti, cioccolato e pere

Salve amici foodies!  Oggi posto la ricetta di una torta per la quale occorrono solo 6 ingredienti molto comuni. La ricetta me l'ha mandata una mia parente che vive negli Stati Uniti ed era scritta con le unità di misure anglosassoni, io le ho convertite in quelle europee ed ecco la mia versione di questa torta chiamata Pear and Chocolate Cake with Amaretti Cookies.
Ingredienti:
  • burro non salato, 115 g 
  • amaretti classici, 40 pezzi o circa 130 g sbriciolati in polvere 
  • uova, 3
  • cioccolato fondente, 85 g 
  • panna o latte,  2 cucchiai
  • pere, 2-3 (dipende da loro grandezza)
Procedimento:
1. Sbriciolare gli amaretti nel robot di cucina nel modo più fine possibile.
2. Far sciogliere a bagnomaria o nel microonde il cioccolato insieme con la panna o latte.  
3. Aggiungere agli amaretti sbriciolati il burro ammorbidito a t° ambiente, le uova e far funzionare robot finché non si otterrà una crema liscia. Unire anche il cioccolato sciolto e di nuovo mescolare tutto insieme nel robot. 
4. Versare l'impasto nella teglia imburrata ed infarinata (meglio se ha un meccanismo apribile) e decorare con i pezzi delle pere pelate precedentemente, tagliate in spicchi e disposte sul composto di cioccolato.
5. Mettere la teglia in forno preriscaldato a 160 - 170 ° C / 350 F e cuocere da 35 - 40 minuti o fino a quando uno stuzzicadenti inserito nel centro della torta esce pulito.
6. Servire possibilmente tiepida cosparsa con zucchero a velo ma non è niente male neanche dopo uno due giorni.
Nota: Quando posso evito i dolci con il burro però per deliziarsi ogni tanto un dolce come questo  si po' fare! :) 
Vi saluto, vi abbraccio e vi auguro un felice weekend! 
Ciao, alla prossima!

17/11/11

Spaghettoni risottati con profumo di Riviera

Salve foodies! Avete mai provato preparare la pasta con la cottura "risottata"? Questi "spagettoni" (spaghetti di grossa taglia di Benedetto Cavalieri), sono proprio adatti per essere risottati! Applicando questo metodo di cottura, si ottiene un piatto di pasta gustoso pieno dei profumi degli ingredienti cotti insieme con la pasta. E' un piatto di facilissima esecuzione solo che bisogna essere presenti accanto ai fornelli per tutto il tempo della cottura, circa 16 - 18 minuti. Vi sembra lunga...? ... Credetemi, veramente vale la pena! Ora vediamo cosa occorre e il procedimento!
Ingredienti x 1:
  • spaghettoni, 70 - 80 g per la donna / 100 - 110 g per l'uomo
  • olio extra vergine di oliva, 1 cucchiaio
  • aglio, 1spicchio
  • acciughe sotto olio, 2 
  • pomodorini tipo piccadilly,  100 g
  • olive riviera (taggiasche), una decina 
  • basilico fresco ligure, a volontà 
  • sale grosso di Persia - Tec-Al, 1 cucchiaino 
Procedimento:
1. In una pentola con abbondante acqua bollente e salata cuocere gli spaghetti per 6 minuti.
2. Nel frattempo far rosolare nell'olio lo spicchio d'aglio. Estrarre l'aglio e aggiungere le acciughe.
3. Quando saranno sciolte aggiungere le olive senza nocciolo e tagliate a pezzetti, il basilico e i pomodorini tagliati a metà.
4.Passati 6 minuti della cottura della  pasta scolarla e unire nella padella, aggiungere 2 mestoli d'acqua e continuare la cottura degli spaghettoni insieme con gli altri ingredienti. Stare attenti nei prossimi 10-12 minuti ad aggiungere sempre l'acqua calda e salata (basta che la pasta sia coperta).
5.Gli spaghetti risottati sono pronti quando il sugo profumato comincia ad addensarsi.
Servire caldissimo, ... gli spaghettoni si "succhiano"  il sugo velocemente!
Ora potete gustare un bel piatto di spaghettoni con il profumo della riviera ligure. Buon appetito! Un abbraccio grande a tutti visitatori di questo post!
Nota: Non c'è bisognio di aggiungere altro sale, basta solo quello della cottura della pasta.
Questa è la mia terza ricetta per il contest di Atmosfera Italiana "Pasta solo Pasta".

14/11/11

Vellutata di lenticchie con semi di girasole e speck


Salve foodies! In questo post a parte la consueta ricetta della dieta mediterranea, voglio anche ricordare  che proprio ieri, un anno fa, l'UNESCO ha ufficialmente riconosciuto questo stile alimentare come patrimonio immateriale dell'umanità! Perciò, in onore di tutto ciò ricordiamoci cosa significa la dieta mediterranea.
La dieta mediterranea è un modo di alimentarsi basato sul consumo di alimenti tipo: pasta, pane, olio extravergine di oliva, frutta fresca, ortaggi, pesce azzurro, carni magre, uova, formaggi, legumi, cereali e vino rosso. 
Questo stile alimentare abbonda in alimenti di origine vegetale mentre è povera di carne rossa, zucchero, burro e grassi di origine animale. 
È un'alimentazione sana ed equilibrata ed è ritenuta in tutto il mondo la dieta più completa e corretta, il miglior esempio di sana alimentazione. E' l'unica dieta elogiata sia dagli chef che dai nutrizionisti professionisti e mette in d'accordo queste due categorie di addetti di lavoro del settore alimentare. 
Seguire la dieta mediterranea è semplice e non richiede grossi sforzi; il modello è rappresentato graficamente con l'immagine di una piramide
dove alla base troviamo gli elementi di cui si deve fare maggior consumo, e salendo quelli che si devono progressivamente consumare con moderazione. 
È bene ricordare che nella piramide alimentare mediterranea non esistono alimenti proibiti, ma soltanto cibi che vanno mangiati più o meno spesso, è buona regola evitare sempre di abbondare, ci si dovrebbe alzare da tavola con un po' d'appetito e fare quotidianamente una regolare attività fisica. 
Fornire una lista di ricette di dieta mediterranea  non è semplice ma allo stesso tempo è vero anche il contrario. Ogni ricetta fatta con gli ingredienti rappresentati all'interno della piramide alimentare sopra descritta, costituisce un ricetta di dieta mediterranea. Quindi, tutti i prodotti naturali della terra e del mare, sono alla base delle ricette che ognuno dovrebbe seguire con buon senso e attenzione.
Ora cari, passiamo alla ricetta per oggi: Crema di lenticchie con semi di girasole e speck.

Ingredienti per due: 
  • lenticchie rosse decorticate biologiche, di Melandri Gaudenzio, 150 g
  • cipolla, media 1
  • aglio, 2-3 spicchi / secondo la grandezza
  • peperone verde, mezza / io ho usato quello lungo
  • carota, 1
  • sale  
  • mix delle spezie mediterranee 
  • una manciata di semi di gira sole
  • speck, quanto basta (per guarnire il piatto ma se siete vegetariani o vegani anche senza è buoissima) )
Procedimento:  
1. Mondare e sbucciare le verdure. Tagliare in 4 la cipolla, il peperone e la carota in rondelle. 
2. Sciacquare bene le lenticchie con l'acqua. Mettere sul fuoco una pentola con 600 - 700 ml d'acqua fredda con tutti gli ingredienti insieme. 
3. Lasciare bollire per 30 minuti  a fuoco basso.
4. Una volta raffreddata la pentola, passare tutto con un mixer ad immersione.
5. Saltare in padella i semi di girasole (certamente senza olio) e anche lo speck tagliato in striscioline nella stessa padella, per renderlo un poco croccante (circa 2 minuti).  
Servire la crema calda con aggiunta dei semi di girasole, strisce dello speck e un giro di olio extra vergine d'oliva. 

Ecco, per oggi è tutto! Ora si mangia e dopo cena faccio un giro nei vostri blog.  Buon appetito e a presto! 


13/11/11

Torta salata con verdure e wurstel di pollo

Salve! La ricetta di oggi è di una semplice torta di pasta sfoglia, cotta, servita e mangiata come unico e completo piatto al posto della tradizionale pizza di sabato sera.
Ingredienti:

  • rotolo di pasta sfoglia, 1
  • porro, 1
  • broccoli, 1
  • carota, 1 
  • wurstel di pollo, 2
  • ricotta, 250 g
  • uova, 3
  • parmigiano reggiano, 30g
  • peperoncino in polvere
  • maggiorana 
  • olio extra vergine di oliva
  • sale, q.b.
  • pepe
Procedimento:
1. Mondare e tagliare il porro, grattugiare la carota e stufare insieme in poco olio. Cuocere il broccolo in poca acqua o in vapore (decina di minuti).
 2. Tagliare wurstel in bastoncini e cuocerli in acqua molto calda.
3. Preparare il ripieno: sbattere le uova (2 interi e un albume), unire la ricotta, le verdure stufate, il parmigiano grattugiato, il peperoncino in polvere, la maggiorana, salare (se occorre) e pepare.
4. Stendere la sfoglia nella padella sulla sua carta da forno, fare dei buchi con la forchetta e versare il ripieno. Posare sopra wurstel e le cimette del broccolo, spennellare con il rosso (messo a parte precedentemente) e infornare a 180°C per 30-35 minuti. 
5. Servire calda e ... buon appetito!

 Per oggi è tutto ... a presto cari foodies!  

10/11/11

Creme caramel con salsa di cachi e julienne di cioccolato fondente

Ciao amici foodies! Non vi pare che il tempo oltre che molto piovoso, è anche caldo per questo periodo del'anno?! ... Oggi a Genova sono 19°C con un sole splendente! Desidero tanto uscire e passeggiare sentendo addosso i raggi caldi che mi accarezzano il viso! Lo farò, subito dopo che posto la ricetta di questo delizioso dolce al cucchiaio, di facile esecuzione e con effetto artistico! Per prepararlo più veloce, io ho usato il preparato per Creme Caramel di "Dolce Mondo Antico" - il Molino Chiavazza,  ma voi se avete voglia e tempo preparatelo a casa secondo questa ricetta che troverete qui. Allora, andiamo con ordine,  
Ingredienti per 2 persone:

  • creme caramel, 1 bustina
  • latte, 500 ml 
  • cachi, 2 molto maturi
  • zucchero a velo, facoltativo
  • limone, qualche goccia 
  • cioccolato fondente di buona qualità, 80 g
Procedimento:
1. Per prima cosa ho preparato la creme caramel secondo le istruzioni sulla confezione, però senza il caramellato.
2. Versarlo nei mono stampi e mettere in frigo per un paio d'ore. Setacciare i cachi per togliere i semini. Aggiungere nella salsa ottenuta qualche goccia di limone e lo zucchero a velo se si desidera il gusto più dolce.
3. Prima di servire il dolce, decorare secondo la vostra fantasia. Io ho fatto cosi: Ho ridotto il cioccolato fondente a scaglie, ho rovesciato la creme sul piatto, ho versato sopra la salsa di cachi e ho fatto il cerchio con le scaglie di cioccolato. Ho messo delle scaglie sopra la creme e sulle parti esterne et voilà ... il dolce d'autore è pronto! Guardate che golosità ci siamo mangiati ieri dopo cena! Oltre che buonissimo è anche leggero.
In caso qualcuno lo voglia ancora più umido, si può aggiungere la rimanente salsa di cachi. Il contrasto dolce amaro è garantito perché i cachi e il cioccolato fondente sono un connubio perfetto. Allora buon dolce al cucchiaio amici!:)

 Per oggi è tutto. a presto foodies!

09/11/11

Ruote con porcini essiccati e verdure

Salve! Oggi presento la ricetta di un appetitoso piatto di pasta, le ruote di Benedetto Cavalieri conditi con un cremoso sughetto  di porcino secco, zucchine e broccoli. Come mi è venuta l'idea di questo condimento? Semplicemente, aprendo il frigorifero ho adocchiato il broccolo un po' ingiallito, la zucchina rimasta sola soletta e la panna fresca già aperta, rimasta dal altro giorno. Però mi serviva qualcosa che a questi ingredienti dia il sapore inconfondibile già al primo assaggio ed ecco l'illuminazione, il porcino essiccato! Allora, per essere precisi (come sempre) occorrono questi
Ingredienti per 2 persone:
  • pasta - ruote medie di Benedetto Cavalieri, 180 g
  • zafferano, 1 bustina
  • sale grosso, 1 cucchiaino colmo da Tè
  • zucchine, 1 
  • broccoli, sole le cimette
  • funghi porcini secchi, una manciata (circa 10 g)
  • panna fresca o panna da cucina, quanto basta
  • olio extra vergine di oliva, 2 cucchiai
  • spicchio d'aglio vestito, 1
  • sale di Persia, Tec-Al
  • pepe binaco, Tec-Al
Procedimento:
1. Mettere i funghi secchi in ammollo in acqua calda per almeno 30 minuti.
2. Cuocere le ruote in acqua salata e colorata con lo zafferano per il tempo indicato sulla confezione.  
3. Mondare le verdure. Tagliare la zucchina in cubetti sottili e far cuocere il broccolo intero a vapore o in pochissima acqua per 7-8 minuti.
4. Passata la mezz'ora in ammollo tritare i porcini con un coltello. Mettere la padella con olio sulla fiamma di media intensità e rosolare l'aglio, che poi viene tolto.
Unire i cubetti  di zucchine nella padella e far saltare per qualche minuto, aggiungere i porcini, salare e continuare a cuocere aggiungendo un po dell' acqua della pasta già salata e colorata dallo zafferano. Far cuocere decina di minuti e poi aggiungere le cimette del broccolo.
Cuocere ancora aggiungendo un po' di panna fresca neutra o panna conservata (cosiddetta da cucina), mescolare bene per farla amalgamare con gli atri ingredienti nella padella.
Provare se la cottura è giusta, aggiungere ancora un po' d'acqua della pasta per ottenere un sughetto umido e cremoso.
5. Unire la pasta cotta a dovere e far saltare tutto insieme nella padella. A questo punto il piatto con le ruote è pronto ad essere servito subito ai commensali, cosparso se si desidera con il formaggio grana o parmigiano reggiano. 
Nota: Oltre il bell'aspetto e l'inconfondibile sapore, questo piatto fa benissimo anche alla salute per la presenza del broccolo e dello zafferano. La panna può essere sostituta con la ricotta o con un altro formaggio cremoso mischiato con l' acqua di cottura della pasta.  
Questo piatto con "la pasta - regina della dieta mediterranea" è la mia seconda ricetta per il contest ATMOSFERA ITALIANA - PASTA SOLO PASTA.
Qui mi fermo, vi saluto e vi mando un abbraccio! Ciao, fino alla prossima ricetta!